:title:

I bisogni che emergono dall'analisi del territorio e dell’utenza sono riconducibili ai problemi che scuola e famiglia oggi si trovano ad affrontare, sia sul piano della motivazione all'apprendimento e dell’impegno scolastico, sia sul piano della trasformazione globale della società.

Spesso l’intervento educativo di scuola e famiglia viene messo in discussione, o addirittura vanificato, causa un crescente e incontrollato accesso ai media, con conseguente diffusione di valori e comportamenti non adeguati allo sviluppo dei minori.

E’ aumentata l’abitudine nei bambini, sin dai primi anni, a trascorrere il tempo libero davanti a televisione, giochi elettronici, computer esmartphone.

Questa libera diffusione di contenuti, non sempre filtrati dagli adulti, è causa di due importanti conseguenze:

  •        precoce impatto con esperienze che non dovrebbero far parte dell’identità culturale delgiovane;
  •        rafforzamento  di modalità passive e frammentarie di approccio alla realtà eall’informazione.

In questo quadro emerge il compito educativo generale della scuola dell’obbligo: fornire ai propri alunni una corretta educazione alla cittadinanza, in una realtà sempre più complessa e articolata, parallelamente ad una preparazione didattica che, oltre alle abilità di base, promuova competenze con le quali affrontare con profitto la scuola superiore prescelta.

Alunni stranieri:

La presenza di alunni stranieri è consistente nel plesso Giordani, mentre ancora contenuta, seppure in aumento, negli altri plessi.

Le difficoltà di questi alunni e delle rispettive famiglie, sul piano linguistico e culturale, richiedono risposte immediate con la programmazione di adeguati interventi, spesso anche ad anno scolastico inoltrato. L’IC6, in collaborazione con varie associazioni del territorio, attiva test specifici di livello e corsi di alfabetizzazi o- ne per piccoli gruppi di alunni stranieri, al fine di favorirne il corretto inserimento nelle attività didattiche delle classi di appartenenza. (Cfr. P.A.I. pag. 46)

Alunni H:

Le iniziative sull'integrazione degli alunni diversamente abili richiedono un costante aggiornamento e adeguamento da parte dei docenti, che mettono in campo didattiche speciali e che prevedono strutture e sussidi didattici dedicati: aule morbide, giochi sensoriali, software didattico interattivo, uso di audiovisivi, ecc. Il rapporto con gli enti locali viene mantenuto costantemente attivo per la richiesta di personale edu- cativo-assistenziale e l’organizzazione di laboratori speciali sia a scuola che sul territorio. L’IC6 opera tale integrazione nella consapevolezza che le diversità costituiscono un arricchimento e uno stimolo al cam- biamento. (Cfr. P.A.I. pag. 46)

Alunni con DSA:

L’IC6, in ottemperanza alle normative ministeriali in merito ai Disturbi Specifici di Apprendimento, adotta tutte le strategie indicate nella normativa per favorire il successo formativo degli alunni. In particolare, alla Sucola Primaria vengono somministrati test per la rilevazione di casi di DSA e alla Scuola Secondaria vengono redatti, a cura dei Consigli di Classe, i Piani Educativi Individualizzati per ogni alunno in posses- so di regolare certificazione AUSL. Ogni alunno può inoltre avvalersi di strumenti compensativi e dispensa- tivi come da suddetta normativa. (Cfr. P.A.I. pag. 46)

Alunni con bisogni educativi speciali (BES):

Sono alunni con difficoltà di apprendimento che non rientrano né nella tipologia di disturbi esplicitati dalla legge 104/92, né in quelli esplicitati dalla legge 170/2010 (vedi direttiva ministeriale del 27 dicembre  2012 e della C.M. 8 marzo2013).

Tali alunni richiedono particolare attenzione da parte di tutti i docenti dei team e dei consigli di classe, al fine di individuare strategie e metodologie di intervento adeguate, nella prospettiva di una scuola sempre più inclusiva e accogliente. (Cfr. P.A.I. pag. 46)


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

Approfondisci